biografia

Nasce nel 1984 a Cesena dove attualmente vive.

E’ performer, coreografa e curatrice di progetti multidisciplinari.

Nella sua ricerca esplora la relazione tra i linguaggi del contemporaneo e l’infanzia, nell’innesto con un pensiero pedagogico libertario.

La pratica si muove tra danza, performance, installazione e pratiche partecipative sperimentando la creazione di dispositivi relazionali per l’interazione tra atto performativo e pubblico, coinvolgendo spesso i bambini e le bambine fin dall’atto creativo. Indaga la possibilità di creare esperienze e progetti che non si dedichino specificatamente ad un solo pubblico, ma immagina performance inclusive che propongono azioni di inclusione e dialogo tra bambini/e e adulti, creando una relazione co-partecipata e non gerarchica.

Il suo primo studio performativo Cosmonauti entrate dalla finestra! è finalista di Premio Scenario Infanzia 2018. Dallo stesso nascerà F, una performance di danza partecipata dedicata ad adulti e bambin* insieme, che ha debuttato a Maggio 2019 presso Fabbrica del Vapore – Festival del Silenzio a cura di Compagnia Fattoria Vittadini (Milano) e successivamente a Teatro Bonci (Cesena). A fine 2019 debutta a Roma Europa Festival con la sua installazione Tamì – The upside down Forest, da un progetto condiviso con il Visual Artist Simone Memè, co-prodotta da REF kids, Chiasma, Fattoria Vittadini, AIEP Ariella Vidach. Da questo lavoro ha preso forma Di ordine selvatico, un progetto multidisciplinare definito da una serie di azioni laboratoriali, installative e performative. La prima azione del progetto è stata Sei io. Sei tu. Sei noi che ha debuttato nella forma di laboratorio-performance a dicembre 2019 al NAO festival di Milano a cura di Ariella Vidach (Fabbrica del Vapore).

Dal 2018 è artista associata al progetto Chiasma – Salvo Lombardo  (www.salvolombardo.org). Il suo percorso di ricerca è supportato dalla consulenza artistica di Silvia Albanese e Salvo Lombardo e dalla collaborazione costante con alcuni artisti e curatori tra i quali: Sissj Bassani, Glauco Salvo, Filippo Tappi, Giorgia Valmorri e Viviana Gravano. 

E’ fondatrice e direttrice artistica di Katrièm Associazione, realtà sperimentale che si dedica dal 2009 ad una progettualità multiforme tra arte e cultura infantile (www.katriem.it). Attualmente nell’ambito di Katrièm è curatrice della scuola sperimentale per bambin* Borgo Indaco e di BIM! Microfestival di cultura infantile (www.microfestivalbim.org).

Dal 2016 collabora come curatrice con il dipartimento educativo della Cineteca di Bologna nell’ambito del progetto Schermi e lavagne – Cesena Cinema promosso dal Comune di Cesena. Dal 2019 è docente presso Accademia di Belle Arti di Napoli (corsi di pedagogia e didattica dell’artedidattica dei linguaggi artistici).